Violenze sessuali. Studio Demoskopika pubblicato da Vietnam Plus


Circa 23.000 aggressioni sessuali sulle donne, 6 mila vittime sono bambini adolescenti, 22 mila presunti autori sono stati arrestati e processati. Queste sono le statistiche sulla violenza contro le donne in Italia tra il 2010 e il 2014 in un rapporto dell'Istituto per la ricerca sociale Demoskopika presentato in occasione della Giornata internazionale della donna. Secondo questo rapporto, nel periodo dal 2010 al 2014, si sono verificati 22.864 violenze sessuali in Italia, pari a 15 casi al giorno, e il 68% delle vittime sono donne di nazionalità italiana.

Ulteriore dato allarmante: il 25% delle vittime sono minori. Demoskopika ha rilevato, inoltre, che il 61% degli autori dei reati sono italiani, seguita da romeni (8.6 %), marocchini (6%), albanesi (1,9%) e tunisini (1,3%). Trentino, Emilia-Romagna e la Toscana sono in testa per casi di violenza sessuale ogni 100 mila donne, mentre Lombardia, territorio dove è presente la città di Milano, e Lazio, con la città di Roma, presentano diretto il maggior numero di episodi di violenza in tutto il paese, rispettivamente 2.935 1.640 servizi e dei servizi.

L’andamento dei reati di violenza sessuale contro le donne in Italia è motivo per il 12% degli intervistati di concordare per la castrazione chimica con il fuoco chimica Demoskopika per gli stupratori; il 30% ha dichiarato che, oltre alla castrazione chimica, c’è bisogno di rendere le sanzioni più severe per i crimini sessuali.

Eè questa la traduzione dell'articolo pubblicato da Vietnam Plus, il più importante quotidiano online multilingue in Vietnam, con le notizie presentate in vietnamita, inglese, cinese, francese e spagnolo.

#demoskopika #vietnamplus #violenzesessuali

#evidenza
#recenti
#archivio
Search By Tags
#seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square