Cerca
  • Redazione

Politica. In Valle d’Aosta, Basilicata e Trentino i sistemi “più aperti” d’Italia


Valle D’Aosta, Basilicata e Trentino Alto Adige si guadagnano il podio delle regioni italiane che più di tutte dimostrano attenzione nei confronti dei giovani e delle donne nella formazione dei processi decisionali interni e del livello di partecipazione elettorale e politica dei cittadini. Sul versante opposto, i sistemi “più chiusi” risultano caratterizzanti la realtà politica e istituzionale in Liguria, Campania e Piemonte.

Da una analisi complessiva e comparata dei risultati rilevati nelle diverse realtà territoriali, emerge inoltre, che il sistema della rappresentanza sia ancora poco “femminile”: poco meno di 38 mila, ancora, le donne presenti nelle istituzioni locali (Regioni e Comuni) pari a circa il 30% del dato complessivo italiano. Deludente, infine, anche la presenza dei decisori politici under 40 negli enti locali osservati sul totale degli amministratori attualmente in carica: appena 3 su 10 pari complessivamente a circa 39 mila policy makers istituzionali.

E' quanto emerge dall’ASPO, l’Indice di Apertura del Sistema Politico delle regioni italiane realizzato dall’Istituto Demoskopika. Quatto gli indicatori osservati per ciascuna realtà regionale: la partecipazione elettorale e politica dei cittadini, la presenza delle donne e dei giovani negli enti locali.

#politica #demoskopika #regioni #donne #giovani #partecipazione #elezioni

0 visualizzazioni