Cerca
  • Redazione

Comuni. Tagli per 535 mln di euro in tre regioni


Nel 2014, i tagli sui Comuni calabresi, lucani e marchigiani ammontano a ben 534,5 milioni di euro rispetto al 2009. In direzione opposta, quale presumibile meccanismo compensativo, le entrate correnti, hanno fatto registrare, nel medesimo arco temporale, un crescita pari a circa 560 milioni di euro con un aggravio della pressione fiscale locale di 346 euro per famiglia con in testa IMU, addizionale IRPEF, TARES, TARI e TASI. In calo il welfare locale e i costi della politica. Crescita rilevante per telefonia, energia elettrica, acqua, riscaldamento e smaltimento rifiuti.

I sindaci e le amministrazioni comunali - secondo il presidente dell'Istituto Demoskopika, Raffaele Rio - sono martiri della devolution. Avvertono, ora più che mai, la sindrome dell’abbondono e la responsabilità di dover operare scelte spesso impopolari legate all’aumento delle tasse e imposte locali per poter garantire i servizi essenziali alla collettività.

#comuni #spendingreview #marche #basilicata #calabria #regioni

0 visualizzazioni