30 Jan 2017

Ben 12mila siti istituzionali violati; oltre 200 "attacchi" informatici contro i portali dei partiti politici; 6 hackeraggi su 10 lanciati per motivazioni politiche, spesso estreme; minacce terroristiche e rivendicazioni patriottiche; in testa, fra le più bersagliate, Toscana, Sicilia, Lombardia, Emilia Romagna e Lazio. La firma? Prevalentemente di matrice mussulmana. E' questa la mappa redatta dall'Istituto Demoskopika sull'attività degli "hacking" in Italia dal 2001 ad oggi. Ecco l'articolo approfondito del giornalista Luca Rocca sul quotidiano Il Tempo di oggi.

23 Jan 2017

Pubblica Amministrazione scassata. Palla al piede dello sviluppo economico. Fattore di ritardo dell’innovazione del Paese. Il Corriere Economia ospita una articolo completo, a forma di Emanuele Imperiali, sullo studio di Demoskopika denominato “L’efficienza della PA negli enti locali italiani”.

21 Jan 2017

Ben 1.200 i siti istituzionali “visitati” dai defacer, a firma prevalentemente mussulmana. Oltre 200 le violazioni ai danni di alcuni partiti italiani. Per ben 6 hackeraggi su 10, la motivazione riguarda rivendicazioni politiche, minacce terroristiche e patriottismo. Toscana, Sicilia, Lombardia e Emilia Romagna le aree “più bersagliate”. È quanto emerge dalla Nota scientifica dell’Istituto Demoskopika La mappa dell’hacking in Italia”.

5 Jan 2017

Nel 2016 ben 10 milioni di italiani hanno rinunciato a curarsi per le lunghe liste di attesa o perché non si fidano del sistema sanitario della loro regione di residenza. Cresce l’area dell’inefficienza rispetto al 2015. La “democrazia sanitaria” è costata oltre 310 milioni di euro mentre le spese legali hanno superato la soglia dei 190 milioni di euro. é quanto emerge dall’IPS, l’Indice di Performance Sanitaria realizzato, per il secondo anno consecutivo, dall’Istituto Demoskopika.

Oggi il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio, è stato ospite della trasmissione Rai Buongiorno Regione Calabria, intervistato dalla giornalista Mara Martelli.

4 Jan 2017

E' il Piemonte, la regione in testa per efficienza del sistema sanitario italiano, strappando la prima posizione al Trentino Alto Adige, mentre la Calabria si conferma la regione “più malata” del paese. In totale sono quattro le realtà territoriali definite “sane”, nove le aree “influenzate” e ben sette le regioni “malate”. Crolla il Lazio che precipita di ben 10 posizioni rispetto all’anno precedente, collocandosi nell’area delle regioni “influenzate”. Escono, inoltre, dall’area delle realtà sanitarie d’eccellenza, Umbria e Liguria. Al Sud la migliore perfomance spetta al Molise che guadagna sei posizioni lasciando l’area dei sistemi sanitari locali più sofferen...

Please reload

#evidenza

Terrorismo. Oltre 5 milioni rinunciano alla vacanza “fuori casa”

December 24, 2019

1/10
Please reload

#recenti
Please reload

#archivio
Please reload